Lunedi, Giugno 26, 2017 /
ItalianoEnglish

Accoglienza Kosher

Kosher House Giardino dei Melograni

Museo Ebraico

Museo Ebraico

Info Point

Info Point
Tag: Museo Ebraico
17Giu2015

Inaugurazione mostra di ceramiche dell'artista Joel Altman - 21 giugno alle 17.30

Domenica 21 giugno alle 17.30 si inaugura una bellissima mostra delle ceramiche di Joel Itman. La mostra resterà aperta con gli orari del museo fino al 31 agosto.

Scritto da Redazione, Pubblicato in Notizie

Tags: Comunità Ebraica CoopCulture Jewish Community Museo Ebraico Venezia Venice

19Nov2014

Preghiera alla sinagoga Levantina per commemorare le vittime di Gerusalemme

Una preghiera per ricordare le vittime del vile e crudele attentato perpetrato da terroristi palestinesi che, nel pieno disprezzo delle elementari norme che dovrebbero guidare ogni persona che dichiara di essere figlio di Abramo, hanno assassinato persone inermi mentre erano raccolte in preghiera. Dopo il momento di raccoglimento si è tenuto un Limmud di a rav Menachem Genack, Direttore generale della orthodox Union, amico di uno dei rabbini assassinati nella Sinagoga a Gerusalemme.

Scritto da Redazione, Pubblicato in Notizie

Tags: Bruxelles Comunità Ebraica CoopCulture Jewish Community Museo Ebraico Venezia Venice

04Lug2014

Preghiera in Ghetto per ricordare di Eyal, Gilad e Naftali

Ieri sera in Ghetto Nuovo la preghiera in ricordo dei tre ragazzi israeliani uccisi. Alta la partecipazione, tra il pubblico oltre al presidente Paolo Gnignati, ai membri del Consiglio della Comunità Ebraica di Venezia e al rabbino capo Rav Scialom Bahbout, anche il prefetto Domenico Cuttaia che ha voluto essere presente in segno di solidarietà.

Scritto da Redazione, Pubblicato in Notizie

Tags: Bruxelles Comunità Ebraica CoopCulture Jewish Community Museo Ebraico Venezia Venice

28Mag2014

Gli ebrei di Venezia in omaggio alle vittime di Bruxelles: il Museo Ebraico apre contro la violenza

Domani giovedì 29 maggio dalle ore 19.30 alle ore 22.00 il Museo Ebraico di Venezia sarà aperto gratuitamente al pubblico in segno di solidarietà con la comunità ebraica del Belgio e con le famiglie delle vittime dell’attentato di Bruxelles.

A seguito del tragico evento di sabato al Museo Ebraico della capitale belga, la Fondazione per i Beni Culturali Ebraici in Italia ha rivolto ieri un appello ai Musei ebraici italiani affinché aprissero le loro porte, accogliendo gratuitamente tutta la cittadinanza in un giorno di questa settimana, immediatamente precedente a quella in cui ricorrono sia la celebrazione della festa della Repubblica nata dalla Resistenza al nazifascismo sia la Festa ebraica di Shavuot, giorno in cui venne concessa la Torah al popolo ebraico.

Il Consiglio della Comunità, affiancata da Coopculture da anni impegnata nella gestione del museo, accogliendo tale appello testimonia così nel luogo di conservazione e diffusione della storia, della identità e della cultura ebraica, la profonda solidarietà alle vittime del crimine perpetrato e il suo impegno alla costruzione di un futuro in cui libertà, giustizia e pace siano effettivamente valori condivisi non più gravemente minacciati da attentati come quello occorso a Bruxelles. Questa iniziativa si svolge in contemporanea con l'apertura dei musei ebraici di Firenze, Siena, Bologna, Livorno, Milano, Ferrara.

 

Venezia, 28 maggio 2014/ mc

Scritto da Redazione, Pubblicato in Notizie

Tags: Bruxelles Comunità Ebraica CoopCulture Jewish Community Museo Ebraico Venezia Venice

13Feb2014

Cesare Vivante (1920 - 2014)

Cesare Vivante proveniva da un’antica famiglia di ebrei levantini, discendenti di quel Leon di Menachem Vivante, primo della famiglia nato a Venezia il 20 maggio del 1753. Insegnante di lettere presso istituti tecnici, a lungo si dedicò con dedizione al recupero del patrimonio monumentale artistico e storico degli ebrei di Venezia: per oltre vent’anni si occupò prima della biblioteca archivio Renato Maestro, come membro cardine del comitato di gestione della stessa, per poi seguire con grande attenzione tutti i lavori relativi al restauro delle sinagoghe e del cimitero ebraico antico del Lido che versava in un grave stato di abbandono.
Cesare, come tanti altri ebrei del tempo, ebbe una giovinezza travagliata: intrapresi gli studi presso il liceo classico Foscarini, nel 1938 con la promulgazione delle leggi razziste, dovette lasciare la scuola pubblica e trasferirsi alla neo istituita scuola ebraica della Comunità. Terminati gli studi, iniziò a lavorare in una fabbrica di vetro a Murano. L’impresa svolgeva però alcuni lavori per l’esercito e così venne licenziato e trasferito fortunosamente in un’altra fonderia.
Il 1943 fu un anno drammatico: la madre venne presa e deportata ad Auschwitz e lui, poco più che ventenne, dovette con estrema fatica fuggire da Venezia insieme alla sorella e alla cugina rifugiandosi in Svizzera fino alla fine della guerra.
Un uomo dal forte rigore nella ricerca, caratteristica che lo spinse in polverosi archivi di mezza Europa e oltre: da Venezia a Parigi, da New York a Corfù, alla ricerca delle sue radici familiari.
Il ricordo più vivido che serbo di Cesare Vivante risale al 2009, quando lo intervistai in riferimento al volume “La memoria dei padri”, dedicato proprio ai Vivante, presentato durante la Giornata di studio sugli ebrei di Corfù. Ricordo l’entusiasmo con cui mi descrisse gli oggetti appartenenti alla storia della sua famiglia esposti ordinatamente in una delle stanze della casa, la dovizia di particolari con cui presentò ogni passaggio di quell’opera che l’aveva accompagnato per più di trent’anni. Un racconto storico e familiare inframmezzato da infiniti aneddoti sulla Comunità Ebraica di Venezia, sulla Comunità di un tempo.
Ogni volta che una figura come quella di Cesare Vivante viene a mancare, con lui se ne va una parte fondamentale della nostra Qehillà. Una parte di storia, di memoria e di spirito di abnegazione verso la collettività.

Michael Calimani

Scritto da Redazione, Pubblicato in Notizie

Tags: Cesare Vivante Comunità Ebraica Ghetto di Venezia Jewish Community Museo Ebraico Venezia

04Feb2014

Lo sport come propaganda nazista

Inaugurata al Museo ebraico di Venezia la mostra “Sport, sportivi e giochi olimpici nell’Europa in guerra (1936-1948)” a cura del Mémorial de la Shoah di Parigi. Ad accompagnare l’esposizione si è svolto ieri un seminario caratterizzato dagli interventi di Laura Fontana, responsabile per l’Italia del Mémorial de la shoah, su “Lo sport sotto il Terzo Reich tra discriminazione e dissidenza” e di Mauro Valeri, responsabile dell’Osservatorio su razzismo e antirazzismo nel calcio, dal titolo “Esclusione e razzismo nello sport durante l’Italia fascista. I casi dei pugili Leone Jacovacci e Settimio Terracina”.

Scritto da Redazione, Pubblicato in Notizie

Tags: Comunità Ebraica CoopCulture Germania Ghetto di Venezia Giorno della Memoria Jewish Community Museo Ebraico nazismo olimpiadi Shoah sport Venezia

03Feb2014

Il ricordo del Porrajmos

La notte del 2 agosto 1944 ad Auschwitz-Birkenau veniva liquidato lo Zigeunerlager, il settore del campo riservato all’internamento di rom e sinti, questa fu solo una delle fasi della tragedia che prende il nome di Porrajmos, il grande divoramento. Nel 2012 Angela Merkel ha inaugurato a Berlino il memoriale dedicato al Porrajmos a poca distanza da quello della Shoah. Incisa sul monumento una poesia di Santino Spinelli, rom abruzzese. Questa notizia che avrebbe avuto senso raccontare a livello nazionale in Italia, venne trasmessa solo sul tg regionale dell’Abruzzo.

Scritto da Redazione, Pubblicato in Notizie

Tags: Comunità Ebraica CoopCulture Ghetto di Venezia Giorno della Memoria Jewish Community Luca Bravi Museo Ebraico Porrajmos Shaul Bassi Shoah Venezia

26Nov2013

Alla scoperta della Roma ebraica

Alla scoperta della Roma ebraica
La storia, i luoghi, la vita della più antica comunità della diaspora
di Stefano Caviglia

Domani, mercoledì 27 novembre, l’autore presenterà il suo libro assieme a Riccardo Calimani.
Sala Montefiore, Ghetto Vecchio, Cannaregio 1189 ore 17,15


Il volume unisce il racconto dei duemila anni di storia della comunità ebraica (inclusa l'età contemporanea e fino ai nostri giorni) a una descrizione della sua vita e delle sue tradizioni. L'intento è quello di fornire al lettore uno strumento semplice e al tempo stesso accurato per conoscere la realtà dell'ebraismo romano e il suo rapporto con la città.

La parte finale è dedicata alla cucina giudaico-romanesca, con una descrizione dei piatti più tipici e una rassegna dei più importanti ristoranti kasher della zona del vecchio ghetto. Contiene numerose illustrazioni, fra cui un certo numero di fotografie di com'era il quartiere prima delle demolizioni di fine Ottocento e della successiva ricostruzione.

Stefano Caviglia, vive e lavora a Roma, dove svolge l'attività di giornalista, scrivendo di politica e di economia per il settimanale Panorama. E' autore di diversi saggi sulla storia dell'ebraismo italiano, fra cui il volume L'identità salvata. Gli ebrei di Roma tra fede e nazione (1870-1938) pubblicato nel 1996 dall'editore Laterza.

Scritto da Redazione, Pubblicato in Notizie

Tags: Comunità Ebraica CoopCulture Ghetto di Venezia Jewish Community Museo Ebraico Stefano Caviglia Venezia

14Nov2013

18 novembre: Il sefer torah più antico del mondo

Il 18 novembre alle ore 17,30 in aula didattica MEV conversazione con Mauro Perani, docente di ebraico presso l’Università di Bologna, Presidente dell'Associazione Italiana per lo Studio del Giudaismo (AISG), che parlerà della sua recente scoperta del rotolo del Pentateuco ebraico conservato nella Biblioteca Universitaria di Bologna (BUB), che costituisce il più antico Sefer Torah completo in nostro possesso, copiato nella seconda metà del XII secolo.

Scritto da Redazione, Pubblicato in Notizie

Tags: Comunità Ebraica CoopCulture Ghetto di Venezia Jewish Community Mauro Perani Museo Ebraico Venezia

Questo sito utilizza cookie in linea con le tue preferenze. Cliccando sul bottone "Accetta" acconsentirai all'uso dei cookies. Per avere maggiori informazioni sui Cookies e su come eventualmente cancellarli visitare la nostra privacy policy.

Accetto i Cookies da questo sito

EU Cookie Directive Module Information